Readme di AutoCAD Civil 3D 2009 Update 1

Proseguendo nel suo impegno a fornire prodotti di eccellenza, Autodesk ha rilasciato AutoCAD Civil 3D 2009 Update 1.

AutoCAD Civil 3D 2009 Update 1 contiene anche tutte le correzioni incluse in AutoCAD 2009 Update 1.

In questo file Readme vengono fornite le informazioni relative all'installazione e all'uso dell'aggiornamento. Si consiglia di leggere il documento per intero prima di applicare l'aggiornamento al prodotto installato. Per facilità di consultazione, salvare il file Readme sul disco rigido oppure stamparne una copia.

Il Readme include i seguenti argomenti:

Questo aggiornamento, C3D2009SP1.exe, è destinato alle versioni di AutoCAD Civil 3D 2009 eseguite su sistemi operativi in tutte le lingue.

Importante: non è possibile eseguire il programma di disinstallazione automatica per rimuovere questo aggiornamento. Per ripristinare la versione di AutoCAD Civil 3D 2009 precedente all'installazione dell'aggiornamento, occorre rimuovere il prodotto e reinstallarlo.

In questo aggiornamento sono integrate le seguenti opzioni della riga di comando di Windows:

Di seguito sono riportate istruzioni sull'uso delle opzioni della riga di comando.

  1. Scaricare il file C3D2009SP1.exe e salvarlo in una cartella qualsiasi.
  2. Inserire il supporto di AutoCAD Civil 3D 2009 nell'apposita unità.
  3. Passare alla cartella nella quale è stato salvato l'aggiornamento.
  4. Fare doppio clic sul file eseguibile per avviare l'installazione.

Attenersi alla procedura riportata di seguito se si desidera utilizzare Communication Center per applicare l'aggiornamento mediante la rete locale.

Per applicare l'aggiornamento mediante Communication Center utilizzando un elenco di patch locale

  1. In un computer su cui è installato AutoCAD Civil 3D 2009, installare Autodesk CAD Manager Tools. A tale scopo, inserire il supporto di AutoCAD Civil 3D 2009 e selezionare Installazione degli strumenti e delle utilità. Nella pagina Selezione dei prodotti da installare, selezionare Autodesk CAD Manager Tools. Fare clic su Avanti per esaminare e accettare il Contratto di licenza, quindi fare clic su Installa per iniziare l'installazione.

    NOTA: l'aggiornamento non deve essere installato su questo computer.

  2. In una posizione condivisa, creare una cartella di destinazione del download delle patch (ad esempio \\nomeserver\posizione_cartella_condivisa).
  3. Scegliere Start > Programmi > Autodesk > CAD Manager Tools > Utilità CAD Manager Control.
  4. Selezionare AutoCAD Civil 3D 2009 dall'elenco a discesa e scegliere OK.
  5. Nel pannello Communication Center della scheda InfoCenter, selezionare Attiva aggiornamenti automatici. Nell'elenco a discesa selezionare Ricevi aggiornamenti automatici dalla rete locale.
  6. Scegliere Sfoglia e accedere alla posizione condivisa creata in precedenza (ad esempio \\nomeserver\posizione_cartella_condivisa).
  7. Selezionare Gestisci patch. Questa opzione consente di collegarsi ai server Autodesk e di scaricare le patch disponibili per l'installazione corrente di AutoCAD Civil 3D 2009.
  8. I service pack per AutoCAD Civil 3D 2009 vengono elencati in Gestisci patch. Selezionare l'aggiornamento che si desidera applicare. In Tipo di azione, selezionare Aggiungi a cartella patch, quindi Aggiorna cartella patch.
  9. Nei dettagli viene visualizzato il messaggio "Download eseguito nella cartella patch locale <ora><data>".
  10. Fare clic su Chiudi.

    In AutoCAD Civil 3D 2009, verificare che Communication Center sia configurato. Dopo averlo configurato, si vedrà che è disponibile un Aggiornamento automatico - Patch di manutenzione.

I due metodi seguenti per la distribuzione di AutoCAD Civil 3D 2009 Update 1 possono essere utilizzati solo per le immagini su server create con l'Installazione guidata su rete di AutoCAD Civil 3D 2009. Dopo aver portato a termine le procedure descritte, tutte le nuove installazioni di AutoCAD Civil 3D 2009 includeranno automaticamente l'aggiornamento.

NOTA: in entrambe le procedure che seguono, il file dell'aggiornamento scaricato contiene un file MSP (Microsoft Patch). È necessario estrarre tale file dall'eseguibile. Per eseguire tale operazione, utilizzare il parametro /e ("estrai").

Per aggiungere AutoCAD Civil 3D 2009 Update 1 ad un'immagine su server nuova di AutoCAD Civil 3D 2009

  1. Dal sito Web del supporto di Autodesk, scaricare il file C3D2009SP1.exe sul proprio computer.
  2. Dal menu di avvio di Windows, scegliere Esegui. Immettere le seguenti informazioni, quindi fare clic su OK:

    <unità_locale>:\<nome_patch> /e <unità_locale>:\< nome patch.msp>

  3. Dal supporto di installazione, selezionare Crea installazioni client.
  4. Selezionare la posizione dell'installazione client e specificarne il nome, quindi fare clic su Avanti.
  5. Selezionare i prodotti da installare, quindi fare clic su Avanti.
  6. Nella pagina Configura, scegliere il pulsante Configura per personalizzare l'installazione client.
  7. Continuare con le personalizzazioni dell'installazione client. Nella pagina Inclusione dei Service Pack, utilizzare il pulsante con i tre puntini per selezionare la posizione del file MSP che è stato scaricato ed estratto dal file eseguibile.
  8. Selezionare un'opzione per unire o aggiungere l'installazione dell'aggiornamento. L'opzione di unione consente di installare sia Civil 3D che l'aggiornamento nel corso dell'installazione del prodotto. L'opzione di aggiunta, invece, consente di installare Civil 3D e quindi di installare l'aggiornamento.
  9. Completare le personalizzazioni e selezionare Configurazione completa, quindi selezionare Crea installazione client.

Per applicare AutoCAD Civil 3D 2009 Update 1 ad un'immagine su server esistente di AutoCAD Civil 3D 2009

NOTA: prima di applicare AutoCAD Civil 3D 2009 Update 1 all'immagine su server esistente di AutoCAD Civil 3D 2009, accertarsi che tutti i computer client siano già stati aggiornati con Update 1.

  1. Dal sito Web del supporto di Autodesk, scaricare il file C3D2009SP1.exe sul proprio computer.
  2. Dal menu di avvio di Windows, scegliere Esegui. Immettere le seguenti informazioni, quindi fare clic su OK:

    <unità_locale>:\<nome_patch> /e <unità_locale>:\< nome patch.msp>

  3. Il computer in cui è stata creata l'installazione client originale di AutoCAD Civil 3D 2009 presenta un collegamento "Modifica <nome installazione client>". Fare doppio clic su questo collegamento.
  4. Nella pagina di installazione framework è possibile selezionare un nuovo nome o una diversa posizione per l'installazione client.
  5. Specificare un nuovo nome o lasciare il nome invariato nella pagina Inizia installazione client.
  6. Esaminare ed apportare le modifiche desiderate nella pagina Rivedi - Configura - Crea installazioni client.
  7. Selezionare Configura e quindi apportare le modifiche appropriate alla pagina Inclusione dei Service Pack. A questo punto, utilizzare il pulsante con i tre puntini per selezionare la posizione del file MSP che è stato scaricato ed estratto dal file eseguibile.
  8. Selezionare un'opzione per unire o aggiungere l'installazione dell'aggiornamento. L'opzione di unione consente di installare sia Civil 3D che l'aggiornamento nel corso dell'installazione del prodotto. L'opzione di aggiunta, invece, consente di installare Civil 3D e quindi di installare l'aggiornamento.
  9. Completare le personalizzazioni e selezionare Configurazione completa, quindi selezionare Crea installazione client. A questo punto, tutte le nuove installazioni di AutoCAD Civil 3D 2009 includeranno automaticamente l'aggiornamento.

Di seguito è illustrato un problema noto di AutoCAD Civil 3D 2009 Update 1.

Il file MapExport.ini è installato nella cartella errata

Per risolvere il problema:

  1. Dopo aver installato AutoCAD Civil 3D 2009 Update 1, passare alla cartella seguente:

    (Microsoft Windows XP) C:\Documents and Settings\All Users\Dati applicazioni\Autodesk\AutoCAD Civil 3D 2009\R17.2

    (Microsoft Windows Vista) C:\Program Data\Autodesk\AutoCADCivil 3D 2009\R17.2

  2. Selezionare il file MapExport.ini, quindi fare clic con il pulsante destro del mouse su > Copia.
  3. Passare alla cartella seguente:

    (Microsoft Windows XP) C:\Documents and Settings\All Users\Dati applicazioni\Autodesk\C3D 2009

    (Microsoft Windows Vista) C:\Program Data\Autodesk\C3D 2009

  4. Incollare il file MapExport.ini in questa cartella.
  5. Se è stato già eseguito il comando MAPEXPORT, il file sarà già nella cartella. Alla richiesta di sostituire il file esistente, scegliere Sì.

Grazie alle informazioni dettagliate fornite dai clienti tramite questa utilità è stato possibile identificare e risolvere in questo aggiornamento una serie di problemi.

Questo aggiornamento include la soluzione di oltre 100 problemi. Questa sezione del Readme documenta i problemi risolti che in precedenza provocavano perdita di dati o arresti imprevisti di Civil 3D, oppure che hanno avuto come conseguenza una modifica della funzionalità.

Generale

  • È ora possibile aprire in Civil 3D 2009 una Carta creata in una versione precedente. In precedenza, in alcune situazioni il programma si chiudeva in modo imprevisto.
  • La selezione di Sistemi di coordinate X-Y arbitrarie nella scheda Unità e zona della finestra di dialogo Impostazioni Carta non causa più la chiusura imprevista del programma.
  • L'inserimento di un blocco da una tavolozza degli strumenti non causa più la chiusura imprevista del programma.
  • La finestra di notifica dei collegamenti in una Carta del client viene visualizzata quando la Carta di origine viene modificata e salvata.
  • Quando si crea un'installazione client e si aggiunge il nome di un collegamento nel parametro del collegamento, ad esempio "/p c:\profile.arg", il programma non si chiude più in maniera imprevista quando si tenta l'installazione client.
  • Gli stili oggetto vengono conservati come previsto quando si utilizzano i comandi di Copia e Incolla sugli oggetti. In precedenza, l'utilizzo di questi comandi per copiare e incollare gli oggetti determinava la scomparsa casuale di alcuni stili oggetto.
  • La chiusura di una Carta non causa più la chiusura imprevista della finestra Prospetto dell'Area strumenti.
  • Un oggetto temporaneo creato quando si utilizza il comando Visualizza/Modifica sezione modellatore viene eliminato quando si esce dal comando.
  • La creazione di linee lotto di particella, tracciati e linee caratteristiche della scarpata da una entità xrif non determina più la generazione di un errore sui tipi di linea non validi da parte del comando Verifica.
  • L'inserimento di una Carta che contiene proxy non causa più la chiusura imprevista del programma.

Tracciati

  • Le proprietà di progressiva iniziale e progressiva finale per la quarta transizione del gruppo TCTTCT in un gruppo di curve visualizzano ora i valori corretti nella vista panoramica Entità tracciato.

API

  • Quando si utilizza il dizionario delle estensioni API, gli oggetti vengono opportunamente propagati tra i riferimenti ai dati per tutti i tipi di oggetto.
  • Le prestazioni migliorano quando si utilizza AeccPoints:: AddMultiple() per aggiungere punti.
  • Nell'oggetto AeccSettingsSurfaceBuildOptions, i valori per ElevationMin e ElevationMax sono ora corretti. In precedenza tali valori erano invertiti.
  • AeccStyle:: ExportTo() non visualizza più una finestra di dialogo di errore di Map.
  • Il metodo AeccPipe:: ConnectToStructure() funziona ora nella maniera prevista quando si effettua la chiamata al metodo Disconnect().
  • AeccPoints:: ImportPoints() ora funziona come previsto. In precedenza, il programma si chiudeva in maniera imprevista quando il comando veniva eseguito in un file con numeri punto duplicati.
  • I metodi AeccParcel:: AddSingleSegmentLabel() e AeccParcel:: AddMultipleSegmentLabels() ora funzionano come previsto.
  • Il metodo AeccSurveyLandXMLPropertiesRoot:: getitems() ora restituisce le proprietà estese LandXML per l'oggetto. In precedenza, il metodo restituiva le proprietà LandXML per il database dei rilievi.

Progettazione di modellatori e componenti sezione tipo

  • Tracciati, linee caratteristiche, polilinee e profili creati da linee caratteristiche del modellatore vengono ora creati nella posizione corretta.
  • Il calcolo dei volumi materiali viene ora eseguito correttamente per i componenti sezione tipo che contengono parti strutturali. In precedenza, in situazioni in cui i componenti sezione tipo erano sovrapposti, si verificava l'intersezione di segmenti di linea e l'omissione di materiali nel calcolo del volume dei materiali.
  • Tale calcolo funziona ora in maniera coerente tra le progressive in situazioni nelle quali la sporgenza delle superfici determina l'unione non corretta delle superfici stesse nella vista in sezione trasversale.
  • I layer ora funzionano come previsto quando si inserisce un DWG che contiene un modellatore come xrif. In precedenza, le impostazioni dei layer venivano ignorate.
  • L'utilizzo del comando Visualizza/Modifica sezione modellatore quando i riferimenti ai dati sono interrotti non causa più la chiusura imprevista del programma.
  • I componenti di tratteggio sono ora configurati correttamente nelle viste sezioni. In precedenza, essi venivano visualizzati in nero a tinta piena.
  • Il comando Visualizza/Modifica sezione modellatore per la modifica della larghezza corsia del componente sezione tipo LaneInsideSuperLayerVaryingWidth funziona ora come previsto.
  • Il comando Importa componenti sezione tipo supporta ora un file pacchetto che contiene più lingue localizzate. Al momento dell'importazione verrà estratta la lingua associata all'installazione.
  • L'impostazione Frequenza lungo curve nei modellatori funziona ora nel modo previsto. In precedenza, questa impostazione era conforme solo a una sezione della curva.

Viste in sezione trasversale

  • Le sezioni trasversali vengono ora aggiornate in maniera coerente e riflettono le modifiche apportate al modellatore mediante il comando Visualizza/Modifica sezione modellatore.
  • La visibilità dell'etichetta linea di sezione è ora determinata dal layer della linea di sezione. In precedenza, invece, era determinata dal layer del gruppo di linee di sezione.
  • Le colonne della sezione 1 e della sezione 2 sono ora visualizzate correttamente per default nella finestra di dialogo Finche vista sezioni. In precedenza, esse erano nascoste per default.
  • Le sezioni dei modellatori incluse come xrif in una Carta vengono ora disegnate come previsto.

Scarpate e linee caratteristiche

  • È ora possibile modificare le quote altimetriche presso i punti linea di proiezione scarpata. In precedenza, in situazioni in cui l'inizio o la fine di una scarpata toccava un punto vertice planimetrico della linea caratteristica, non era possibile modificare le quote altimetriche.
  • La creazione di una linea caratteristica da un tracciato e il successivo tentativo di sfoltire la linea caratteristica mediante il pulsante Opzioni della finestra di dialogo Proprietà linea caratteristica non causa più la chiusura imprevista del programma.
  • La creazione di una linea caratteristica da un tracciato, con l'opzione Punti di sfoltimento deselezionata, crea ora la linea caratteristica con i dati corretti. In precedenza, la linea caratteristica si estendeva oltre la lunghezza del profilo associato e ignorava i valori specificati per le quote altimetriche.
  • Il comando Crea linee caratteristiche da tracciato seguito dalla selezione dell'opzione Punti di sfoltimento non causa più la chiusura imprevista del programma.
  • La creazione di una linea caratteristica da una polilinea determina ora la creazione di curve critiche. In precedenza, si sono verificati errori di conversione in situazioni in cui erano presenti linee molto corte tra due archi.
  • La modifica del raggio di una curva su una linea caratteristica non causa più il blocco del programma.
  • L'uso del comando Scostamento a gradini non provoca più il blocco del programma.
  • Le linee caratteristiche di una scarpata create dalla linea caratteristica di un modellatore che contiene spazi o interruzioni vengono ora create nella posizione corretta.
  • Le linee di passaggio da scavo a rilevato vengono ora create correttamente per le scarpate che si sovrappongono tra loro.
  • Le superfici per i gruppi di scarpate vengono ora create correttamente. In precedenza, la superficie delle scarpate non rispettava sempre i risultati. Per garantire risultati corretti quando si apre una Carta, è necessario creare nuovamente la superficie.
  • La cancellazione di una scarpata mediante il comando Annulla e il successivo salvataggio della Carta non causano più la chiusura imprevista del programma quando si tenta di riaprire la Carta.
  • Sono stati risolti diversi problemi relativi agli oggetti scarpata e alle linee caratteristiche su layer bloccati e il programma non si chiude più in maniera imprevista quando si salva la Carta o il layer viene sbloccato.
  • La creazione di una transizione scarpata con una distanza diversa da zero non è più consentita. In precedenza, l'immissione di valori inferiori a 0,0001 causava la chiusura imprevista del programma.
  • L'uso del comando Verifica sulle Carte create in Civil 3D 2008 non comporta più la modifica dei punti quota altimetrica sulle linee caratteristiche.
  • L'apertura di una Carta che contiene collegamenti dopo l'uso di VBA non determina più il blocco del programma.

Etichette

Linee curve

  • L'uso del comando Calcolatrice curva dopo i comandi di creazione curva non causa più la chiusura imprevista del programma.

Attivatore oggetto

Importante: l'Attivatore oggetto di AutoCAD Civil costituisce un'installazione separata. Affinché le seguenti modifiche abbiano effetto, è necessario disinstallare e reinstallare l'Attivatore oggetto di AutoCAD Civil. Per scaricare la versione più recente di quest'applicazione, visitare il sito all'indirizzo: http://usa.autodesk.com/getdoc/id=DL11092427

Particelle

  • Le particelle che vengono esportate in LandXML e quindi reimportate non causano più la chiusura imprevista del programma.
  • L'utilizzo del comando Crea particella da oggetti non causa più il blocco del programma.
  • L'uso di grip per la modifica delle particelle non causa più la chiusura imprevista del programma.

Condotte

  • La selezione di una condotta quando è visualizzata la barra multifunzione non causa più la chiusura imprevista del programma.
  • L'importazione di una rete di condotte da un file LandXML e quindi l'eliminazione di alcuni oggetti rete di condotte e l'esportazione della rete di condotte rivista in LandXML non causa più la chiusura imprevista del programma.
  • È ora possibile aggiungere una famiglia di parti a un elenco di parti.
  • In fase di layout delle condotte, il programma ora accetta il punto selezionato sullo schermo come punto finale. In precedenza, il punto selezionato veniva ignorato e la riga di comando continuava a richiedere la selezione di un punto.

Produzione di planimetrie

  • I numeri foglio sulle linee di passaggio da scavo a rilevato vengono ora risolti se il file .DST di Gestione gruppo di fogli viene spostato dalla sua posizione originale a un percorso di ricerca supportato.
  • Il testo delle linee di passaggio da scavo a rilevato viene ora visualizzato in fogli collocati in una nuova Carta che contiene più gruppi di riquadri di visualizzazione.

Punti

  • In situazioni in cui viene eseguito il comando Ignora figlio nelle etichette punti, ora viene visualizzata una freccia nella finestra di dialogo Modifica stile etichetta per indicare la modifica locale.
  • Non si verifica più la chiusura imprevista del programma quando si aprono Carte utilizzando AutoCAD Civil 3D 2009 come AutoCAD.
  • L'inserimento di una Carta contenente punti ora riempie il gruppo _Tutti i punti.
  • La specifica dell'opzione Se possibile esegui trasformazione coordinate quando si trasferiscono i punti non causa più la chiusura imprevista del programma.
  • La Calcolatrice geodetica applica ora il Fattore di scala maglia di trasformazione corretto per le coordinate del terreno.

Profili e Viste Profilo

Gestione progetti

  • I file DWFx di progetto vengono ora visualizzati correttamente quando si utilizza l'opzione Anteprima nella scheda Prospetto dell'Area strumenti.
  • Le dipendenze vengono ora visualizzate come estratte. In precedenza, quando da Vault si estraeva una Carta contenente una Carta dipendente, quest'ultima non veniva visualizzata come estratta.
  • Per le dipendenze in Vault Explorer vengono ora utilizzati i contrassegni "riferimenti" e "utilizzato da".
  • Nella finestra di dialogo Nuovo progetto il campo Nome non è più di sola lettura quando si accede a tale finestra di dialogo facendo clic con il pulsante destro del mouse su un database dei rilievi nella scheda Rilievo e selezionando Aggiungi al nuovo progetto Vault.
  • L'apertura di una Carta in Civil 3D, l'accesso a Vault e la configurazione della cartella di lavoro non causano più la chiusura imprevista del programma.
  • È possibile effettuare la migrazione dei file XML di progetto basati su Vault alla struttura di collegamento dati mediante il processo descritto di seguito:
        1. Scaricare la versione più recente di tutte le carte (eseguire il login a Vault > impostare il progetto corrente > ottenere la versione più recente).
        2. Aprire l'Editor per i collegamenti ai dati
        3. Individuare il file project.xml situato nella cartella locale del progetto e aprirlo.
        4. Dall'Editor per i collegamenti ai dati, utilizzare la funzione di ricerca e sostituzione. Cercare $ e sostituirlo con il nome della cartella locale (C:\Civil 3D Projects).
        5. Utilizzare Salvacome per creare una struttura _Shortcuts nella cartella locale del progetto.
        6. Rimuovere il progetto vecchio da Vault.
        7. La migrazione è completa e le Carte scaricate dal server verranno considerate come Carte non appartenenti a Vault.

  • I riferimenti dei collegamenti ai dati funzionano ora come previsto quando si apre la carta utilizzando AutoCAD Civil 3D 2009 come AutoCAD. In precedenza, tutti i riferimenti di collegamento ai dati venivano interrotti.
  • L'annullamento dell'estrazione di un file e l'eliminazione del file e della cartella in Vault Explorer non causano più la chiusura imprevista del programma quando si tenta di aggiungere un file al progetto da Civil 3D.
  • I collegamenti sono ora collegati al progetto corretto. In precedenza, il percorso assoluto dei collegamenti veniva salvato durante un salvataggio temporaneo e ciò determinava il collegamento a progetti non corretti.

Superfici

  • L'attivazione della visualizzazione dei punti nello stile di superficie per una superficie di grandi dimensioni non causa più la chiusura imprevista del programma.
  • Le superfici create da file DEM .asc utilizzano le unità della Carta se nel file .asc non è specificata alcuna unità.
  • La creazione di una superficie da un DEM con i file di tipo impostati su ESRI binari griglia (*.adf) non causa più la chiusura imprevista del programma.
  • Il calcolo di una superficie volumetrica non causa più la chiusura imprevista del programma.
  • L'utilizzo del comando Volumi da oggetto restituisce ora i volumi corretti.
  • La nuova creazione di una superficie scarpata dopo aver spostato la fine di una linea caratteristica non causa più la chiusura imprevista del programma.
  • L'utilizzo del comando Proprietà superficie su una superficie di profilo progetto non causa più la chiusura imprevista del programma.
  • Le linee curve di livello negative sono ora visualizzate correttamente. In precedenza, se i dati di superficie esistenti nell'intervallo specifico della curva di livello consistevano in un unico punto dati, le linee curve di livello negative non venivano visualizzate per quella superficie.

Rilievo

Tutte le correzioni incluse in AutoCAD 2009 Update 1 sono incluse anche in Auto CAD Civil 3D 2009 Update 1.

Problemi segnalati mediante l'utilità Rapporto errori clienti

Grazie alle informazioni dettagliate fornite dai clienti che hanno utilizzato l'utilità Rapporto errori clienti, è stato possibile identificare e risolvere una serie di problemi. Sono stati apportati degli aggiornamenti alle seguenti aree:

Aggiornamenti generali

Sono stati inoltre corretti i seguenti difetti:

API .NET

Messa in scala delle annotazioni

Attributi

Blocchi

Esportazione di un layout nello spazio modello

Se si esporta un layout nello spazio modello, si verifica quanto segue:

ESW riferimenti esterni

Tratteggio

Nascondi/Ombra

Browser menu

Multidirettrice (multidir)

Testo multilinea (testom)

Apri/Salva

Apri parzialmente

Stampa

Tavolozza delle proprietà

Pubblicazione

Proprietà rapide

RECUPERA

Rendering

Barra multifunzione

Visual LISP

ZOOM

Problemi noti relativi all'aggiornamento

Dopo avere applicato l'aggiornamento, potrebbero verificarsi i seguenti problemi relativi alla personalizzazione della barra multifunzione:

Scheda della barra multifunzione non corretta o mancante

Problema Noto: quando si visualizza la scheda di una barra multifunzione associata ad un file CUI di tipo parziale o azienda, essa viene visualizzata in modo non corretto o risulta mancante.

Soluzione: per visualizzare correttamente la scheda della barra multifunzione, ricreare da zero l'area di lavoro utilizzata per visualizzare tale scheda. Non duplicare o tentare di aggiornare l'area di lavoro. Una volta creata una nuova area di lavoro, impostarla come area di lavoro corrente. La scheda della barra multifunzione verrà visualizzata correttamente.

Per un file CUI parziale, prima di aggiungere una scheda della barra multifunzione ad un'area di lavoro, utilizzare l'Editor Personalizza interfaccia utente per modificare il nome del gruppo di personalizzazione del file. Il nome del gruppo di personalizzazione viene rappresentato nel nodo principale della struttura nel riquadro Personalizzazioni in.

Immagine vuota di un comando

Problema noto: in un gruppo della barra multifunzione, l'immagine associata a un comando definito nel riquadro Elenco comandi visualizza un'icona vuota.

Soluzione: per ricreare un comando in un gruppo della barra multifunzione, eliminare il comando. Quindi, dal riquadro Elenco comandi, aggiungere il comando al gruppo della barra multifunzione.


Copyright (c) 2008 Autodesk, Inc.